Testo scorrevole

Paolo Pirani scrive su Twitter: “Bene il ritrovato dialogo con l’Europa. Ora investimenti a favore dell’industria, riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori, salvaguardia dei contratti nazionali”
La Uiltec e l'Amref insieme per l'Africa
La Uiltec e l'Amref insieme per l'Africa
Lavoro; Pirani (Uiltec):
Lavoro; Pirani (Uiltec): "Ci vuole un'assicurazione universale di cittadinanza rivolta a tutte le tipologie di lavoro presenti in Italia"
Lavoro; Pirani (Uiltec): “La prevenzione e la sicurezza dove si lavora sono l’obiettivo principale del sindacato”
Lavoro; Pirani (Uiltec): “La prevenzione e la sicurezza dove si lavora sono l’obiettivo principale del sindacato”
Oggi Paolo Pirani intervistato dal Sole24ore
Oggi Paolo Pirani intervistato dal Sole24ore
Salute e Sicurezza sul Lavoro; Pirani intervistato dall’agenzia di stampa Adn Kronos: “Far vincere la vita contro la morte”
Salute e Sicurezza sul Lavoro; Pirani intervistato dall’agenzia di stampa Adn Kronos: “Far vincere la vita contro la morte”

Industria; Pirani (Uiltec): “Senza adeguati investimenti l’industria non rialza la testa e l’economia nazionale rischia l’irrilevanza”

10 luglio 2019

Il segretario generale della Uiltec al dibattito della Festa della Uil Toscana, in corso a Querceta, ha incontrato le rappresentanze dei lavoratori delle società toscane di Iridium, Sanac, Sarzana

“Gli investimenti sono insufficienti e la ricchezza del Paese cresce poco o niente. Così non va e soprattutto l’industria manifatturiera ne risente. Ci vorrebbe una dose massiccia di investimenti pubblici e privati a favore dell’industria, rispetto alla sconfortante decelerazione oggi prevista. E, poi, sono necessarie meno tasse sul lavoro e buste paga più robuste per i lavoratori”. Lo ha detto Paolo Pirani, segretario generale della Uiltec nazionale che questo pomeriggio è intervenuto ad un dibattito tenuto nel corso della “Festa della Uil Toscana" a Querceta nel Comune di Seravezza, in provincia di Lucca. Il leader della Uiltec, a margine della tavola rotonda, ha anche incontrato le rappresentanze dei lavoratori di diverse imprese  in crisi dell’area toscana come  “Iridium”, la “Sanac”, la “Sarzana”. “Crescono i tavoli di crisi in sede ministeriale – ha ricordato Pirani – la maggioranza dei quali senza esiti positivi, taluni che rischiano addirittura l’oblio. ‘Iridium’, nata da una cessione di ramo di azienda, ha da mesi i propri lavoratori senza stipendio e la direzione aziendale nemmeno convoca più le organizzazioni sindacali. La ‘Sanac’, nella filiera delle aziende legate al gruppo ex Ilva, che conta 140 addetti diretti ed altri 200 indiretti, non risulta ancora acquisita dal gruppo indiano ‘Arcelor Mittal’ pur essendo tuttora legata alla produzione dei refrattari della fabbrica siderurgica di Taranto. La ‘Sarzana Srl’, attiva nel settore tessile, ha sofferto una contrazione del mercato e la proprietà ora vuol procedere al licenziamento di tutte le maestranze. Si tratta di situazioni incresciose che non prendono le prime pagine dei giornali nazionali ma che vedono condizioni di disagio per i lavoratori e le loro famiglie. E’ così in Toscana, come in tante parti d’Italia. Non può continuare così, perchè se l’industria manifatturiera  non rialza la testa  è la stessa economia nazionale a rischiare l’irrilevanza”.

Roma, 9 luglio 2019 

Ufficio Stampa Uiltec

Previdenza sanitaria integrativa

Previdenza complementare

UILTEC - Via Po, 162 – 00198 – Roma
Tel. (+39) 06.88.81.15.00
Fax (+39) 06.86.32.19.05
Email: segreteria.nazionale@uiltec.it
Pec: uiltecnazionale@pec.uiltec.it

uiltec mail

Social Network