Testo scorrevole

Paolo Pirani scrive su Twitter: “Bene il ritrovato dialogo con l’Europa. Ora investimenti a favore dell’industria, riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori, salvaguardia dei contratti nazionali”
Energia; Pirani (Uiltec):
Energia; Pirani (Uiltec): "Ci vuole una politica industriale che affronti il tema della transizione energetica. E' la risposta al calo della produzione termoelettrica e a quello dell'occupazione nel settore"
La Uiltec e l'Amref insieme per l'Africa
La Uiltec e l'Amref insieme per l'Africa
Oggi Paolo Pirani intervistato dal Sole24ore
Oggi Paolo Pirani intervistato dal Sole24ore
Salute e Sicurezza sul Lavoro; Pirani intervistato dall’agenzia di stampa Adn Kronos: “Far vincere la vita contro la morte”
Salute e Sicurezza sul Lavoro; Pirani intervistato dall’agenzia di stampa Adn Kronos: “Far vincere la vita contro la morte”

CCNL Lavanderie Industriali: avviate oggi le trattative per il rinnovo del contratto, 115 euro la richiesta ribadita dai sindacati per il 2019-2021

16 luglio 2019
Comunicato stampa
Si sono aperte oggi a Roma le trattative tra la delegazione trattante di Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil e i rappresentati di Assosistema, l’associazione datoriale di Confindustria, per il rinnovo del contratto del settore delle lavanderie industriali, il sistema integrato di beni e servizi tessili, medici e affini, scaduto il 31 marzo scorso e che annovera circa 22.400 i lavoratori.

“Conosciamo la realtà di questo settore, per questo crediamo di poter individuare insieme una soluzione ottimale per il rinnovo di questo contratto, nella tutela del lavoro attraverso soluzioni condivise che conciliano le esigenze dei lavoratori con quelle delle controparti”: hanno detto le segreterie nazionali di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil nel loro intervento al tavolo di confronto con le controparti datoriali.
Ricordiamo che l’incremento economico richiesto nella piattaforma presentata a marzo scorso è di 115 euro (cat. B1) per il triennio 2019-2021. Per la parte economica inoltre è stato richiesto l’incremento dell’elemento perequativo, per quelle aziende che non hanno il contratto di 2° livello, portandolo dagli attuali 200 a 350 euro. Per quanto riguarda il “welfare” contrattuale nella piattaforma dei sindacati è stato individuato per la previdenza integrativa di portare al 2% il contributo dell’azienda al fondo (Previmoda) e di consentirne l’adesione anche a lavoratori con contratti di durata superiore a 3 mesi; sulla previdenza sanitaria (Fasiil) la richiesta di elevare il contributo mensile a carico delle aziende a 12 euro e che sia previsto il vincolo contrattuale per un aumento della retribuzione mensile pari a 25 euro, a favore di tutti i dipendenti per i quali non si è provveduto al versamento delle quote previste per lo stesso Fasiil, oltre ad una serie di miglioramenti normativi che consentano la gestione dei tempi di vita e di lavoro.
Importante è evidenziare la stretta collaborazione tra Filctem, Femca, Uiltec con Assosistema sullo sviluppo di “politiche di sistema” che si oppongano al fenomeno di dumping salariale generato dai contratti “Pirata”.

 

Previdenza sanitaria integrativa

Previdenza complementare

UILTEC - Via Po, 162 – 00198 – Roma
Tel. (+39) 06.88.81.15.00
Fax (+39) 06.86.32.19.05
Email: segreteria.nazionale@uiltec.it
Pec: uiltecnazionale@pec.uiltec.it

uiltec mail

Social Network