Federchimica; Pirani (Uiltec): “Bene un percorso condiviso e partecipato sia dal punto di vista dello sviluppo sostenibile che del valore contrattuale”

30 ottobre 2018
Il segretario generale della Uiltec, Paolo Pirani, al convegno sul 24° Rapporto annuale di "Responsable care” presentato da Federchimica a Milano

“Il sindacato vede con favore l’impegno dell’industria chimica a sostegno dell’economia sostenibile. Si tratta di un’azione virtuosa nell’ambito della sicurezza, della salute e dell’ambiente che trova riscontri oggettivi come dimostra il calo degli infortuni e delle malattie professionali rispetto alle ore lavorate, ma come è ben rappresentato la riduzione delle emissioni di gas da parte delle imprese del settore”. Lo ha detto Paolo Pirani, segretario generale della Uiltec che oggi ha partecipato a Milano al convegno sugli “Impegni e risultati dell’industria chimica per lo sviluppo sostenibile”, aperto dai saluti di Paolo Lamberti, presidente di Federchimica. Oltre a Pirani, al dibattito che ha caratterizzato i lavori, sono intervenuti l’assessore regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo; il presidente della Commissione industria del Senato, Gianni Pietro Girotto ed il presidente dell’Inail, Massimo De Felice. Gerardo Stillo, presidente del programma “Responsible care” di Federchimica, attraverso il quale le imprese del settore si impegnano allo sviluppo sostenibile del pianeta, ha presentato i risultati del rapporto annuale in questione.  Sono 164 le imprese associate a Federchinica che sostengono il programma suddetto. “La condivisione di obiettivi come il riciclo dei rifiuti prodotti in ambito industriale- ha continuato Pirani- lo condividiamo pienamente. Il settore dell’industria chimica è il volano della crescita industriale dal punto di vista non solo dello sviluppo sostenibile, ma dell’innovazione, della ricerca, della produzione. Anche dal punto di vista contrattuale il rinnovo per l’intero settore raggiunto lo scorso 19 luglio rappresenta un esempio per tutte le realtà industriali del Paese. Si è trattato di risultato importante a cominciare dal punto di vista salariale, oltre a quello normativo. Infatti, abbiamo determinato un aumento complessivo a favore dei lavoratori di circa 2.500 euro. Soldi veri per risolvere i problemi delle persone e del Paese, che ha bisogno di rilanciare la domanda e i consumi. Questa è la strada che le imprese chimiche ed il sindacato hanno deciso di percorrere insieme in modo condiviso e partecipato”. Il leader della Uiltec nel corso del suo intervento ha fatto cenno ai cambiamenti climatici  nel mondo,dopo le pertubazioni che ieri hanno flagellato il Paese. "Oggi si deve fare un salto di qualita' non per evitare le apocalissi-ha detto- ma considerando i nuovi cicli produttivi che mettono al centro la persona. Insomma,bisogna evitare approcci ideologici,ma confrontarsi con la realta' dei problemi. Bene affrontarli con l'uso della tecnologia attraverso il risparmio energetico, l'uso oculato dell'acqua, il riciclo dei rifiuti".
Ufficio Stampa Uiltec

UILTEC - Via Po, 162 – 00198 – Roma
Tel. (+39) 06.88.81.15.00
Fax (+39) 06.86.32.19.05
Email: segreteria.nazionale@uiltec.it
Pec: uiltecnazionale@pec.uiltec.it

uiltec mail

Social Network