Industria; Pirani (Uiltec): “Cala la produzione europea del settore e cedono i livelli delle ricchezze nazionali. Ci vuole un’operazione di verità e l’adozione di provvedimenti urgenti di politica industriale”

14 gennaio 2019
Dichiarazioni di Paolo Pirani, Segretario generale della Uiltec nazionale
“I dati diffusi sulla produzione industriale nell’Eurozona dimostrano come il settore in questioni riveli oggettivi segni di cedimento. Il dramma che se l’Europa piange, l’Italia sta peggio.

Temiamo che a fine mese si possa registrare, rispetto ai dati economici del dicembre 2018, un passaggio dallo stato di stagnazione a quello di recessione. Se l’industria ha il segno meno tutto il sistema le va dietro”. Così Paolo Pirani, segretario generale della Uiltec nazionale, ha commentato i dati di novembre 2018 sulla produzione industriale nella zona Euro del vecchio continente, dove su base mensile c’è una flessione dell’1,7% , mentre su base annua, si rileva un calo del 3,3%. “ Anche l’Ocse – ha continuato Pirani- ci fa sapere grandi economie: che la contrazione delle ricchezze nazionali è confermata negli Usa, in Germania, in Canada, nel Regno Unito e in particolare in Francia e in Italia. Ci vuole una vera e propria operazione di verità sul quel che ci aspetta nell’anno a venire, senza slogan, ma con l’adozione di provvedimenti urgenti, soprattutto in materia di politica industriale” 
Ufficio Stampa Uiltec

UILTEC - Via Po, 162 – 00198 – Roma
Tel. (+39) 06.88.81.15.00
Fax (+39) 06.86.32.19.05
Email: segreteria.nazionale@uiltec.it
Pec: uiltecnazionale@pec.uiltec.it

uiltec mail

Social Network