Lavoro; Pirani (Uiltec): "Oggi pomeriggio a Foggia per dire basta al caporalato e per una vera sicurezza sul lavoro. Anche memoria di Marcinelle ci insegna che le tragedie sul lavoro devono cessare"

8 agosto 2018
Dichiarazione di Paolo Pirani, segretario generale della Uiltec
"Oggi pomeriggio saremo a Foggia alla manifestazione organizzata da Cgil, Cisl Uil e diverse associazioni per dire basta al lavoro nero e per intensificare la lotta al caporalato.

Il dolore per la morte dei sedici braccianti agricoli in due incidenti stradali in questa provincia pugliese ci ricordano la necessità di salvaguardare vite umane attraverso la prevenzione e la sicurezza nei luoghi di lavoro". Così Paolo Pirani, segretario generale della Uiltec, ha annunciato la presenza del sindacato da lui guidato all'evento pubblico a Foggia contro lo sfruttamento della manodopera in agricoltura. "Vanno intensificati i controlli -ha continuato Pirani- vanno agevolate le aziende sane, va salvaguardata la sicurezza di chi lavora, va ripristinato il circolo virtuoso della legalità nella rete del lavoro agricolo. Il pensiero di chi muore di lavoro in Italia riporta alla memoria anche quello per i nostri emigranti periti all'estero mentre lavoravano. Proprio oggi ricorre la ricorrenza della tragedia di Marcinelle in Belgio dove 262 lavoratori, di cui 136 nostri connazionali, rimasero sepolti 62 anni fa in una miniera di carbone. Anche quella fu un dramma dell'immigrazione e se il lavoro rimane un pilastro della comunità sociale, le tragedie per e sul lavoro devono finire. Il sindacato e' da sempre impegnato in questa battaglia per dare voce a chi non ce l'ha".

Copyright © 2013 UILTEC - All Rights Reserved.