Testo scorrevole

Paolo Pirani scrive su Twitter: “Bene il ritrovato dialogo con l’Europa. Ora investimenti a favore dell’industria, riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori, salvaguardia dei contratti nazionali”
Covid-19 - Comunicati, circolari ed aggiornamenti
Covid-19 - Comunicati, circolari ed aggiornamenti
Dai. Aiuta chi ci aiuta
Dai. Aiuta chi ci aiuta
Uiltec e Amref: Azionista della Salute
Uiltec e Amref: Azionista della Salute

Manovra: Pirani (Uiltec), "Per 2020 serve forte riduzione tasse sul lavoro"

18 dicembre 2019
Il segretario generale del sindacato, i tavoli si devono aprire per fare delle scelte, no a litigi continui

Paolo Pirani intervistato da Adnkronos/Labitalia)
"Dopo la manovra, nel 2020, occorre da parte del governo una scelta più coraggiosa, più forte, sulla riduzione delle tasse sul lavoro, a sostegno dei redditi. Il governo ha aperto tanti tavoli: va bene per i costruttori di tavoli, ma il problema non è aprire tanti tavoli, ma aprire tanti tavoli per decidere, per potere fare delle scelte". Così, intervistato da Adnkronos/Labitalia, Paolo Pirani, segretario generale della Uiltec, il sindacato di categoria sulle prossime mosse che il governo dovrebbe mettere in campo per il 2020 dopo l'approvazione della manovra economica.E Pirani ricorda che il sindacato è pronto a dare il proprio contributo con idee per lo sviluppo. "Abbiamo fatto una proposta che non costa niente alle casse dello Stato ma favorirebbe l'aumento del potere di acquisto. E cioè detassare gli aumenti contrattuali, perché questa detassazione consente, per i contratti che si rinnovano, che gli aumenti contrattuali abbiano un valore aggiunto derivante appunto dalla mancata tassazione. Questa sarebbe una misura che il governo potrebbe prendere", sottolinea ancora. Ma servono anche investimenti, secondo Pirani, per andare verso una nuova idea di sviluppo. "Occorre investire su questa trasformazione dell'economia, dobbiamo andare verso un'economia eco-compatibile, e questo vuol dire che in alcuni settori, a partire da quello dell'energia, ma complessivamente anche nei settori del manifatturieroe dell'edilizia, occorre investire per cambiare i modi di produrre e quindi fare in questo modo sviluppo, trovare occupazione, trovare nuove energie, valorizzare la ricerca", aggiunge ancora. Anche perché, ribadisce Pirani, il nostro Paese può ancora giocare un ruolo centrale in Europa e a livello internazionale. "Noi potremmo essere -spiega- il primo Paese in Europain termini di riconversione economica ma dobbiamo crederci non con le tasse, ma investendo e cogliendo l'opportunità che oggi ci viene dall'Ue, con la decisione di aprire verso gli investimenti verdi che devono essere veri investimenti in grado di creare nuova occupazione enuove attività e facciano riprendere la via dello sviluppo per il nostro Paese". Secondo il dirigente sindacale, vanno "evitati i continui litigi che stanno avvelenando la vita politica di questo Paese e la credibilità anche sul piano internazionale di questa nostra Italia: io credo che il 2020 debba essere considerato un'opportunità per affrontare insiemei problemi della crescita e dello sviluppo in maniera organica, in modo di adottare politiche industriali che altrimenti rischiano di essere compromesse."Vediamo ad esempio cosa sta accadendo in settori come la siderurgia e l'automotive. O in settori come il manifatturiero-tessile dove si  rischia parecchio ma che rappresentano invece delle opportunità, se rilanciate, per essere competitivi in Italia e sui mercati internazionali", conclude.

Previdenza sanitaria integrativa

Previdenza complementare

UILTEC - Via Po, 162 – 00198 – Roma
Tel. (+39) 06.88.81.15.00
Fax (+39) 06.86.32.19.05
Email: segreteria.nazionale@uiltec.it
Pec: uiltecnazionale@pec.uiltec.it

uiltec mail

Social Network