Testo scorrevole

Paolo Pirani scrive su Twitter: “Bene il ritrovato dialogo con l’Europa. Ora investimenti a favore dell’industria, riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori, salvaguardia dei contratti nazionali”
Oggi Paolo Pirani ospite Rainews24
Oggi Paolo Pirani ospite Rainews24
Ripartire dal lavoro
Ripartire dal lavoro
Uiltec e Amref: Azionista della Salute
Uiltec e Amref: Azionista della Salute
Uiltec e Progetto Sud-UIL insieme in Argentina
Uiltec e Progetto Sud-UIL insieme in Argentina

Industria; Pirani (Uiltec): “Le risorse europee vanno rivolte alla transizione energetica, ad un patto per la salute e verso le infrastrutture digitali. Così si risolleva l’economia”

5 giugno 2020
Il segretario generale della Uiltec oggi all’esecutivo nazionale del sindacato dei lavoratori tessili, chimici e dell’energia

“Le ultime dichiarazioni del presidente di Confindustria restituiscono la percezione di un’organizzazione confederale degli imprenditori che rinuncia a farsi carico di una funzione nazionale a favore del Paese e che punta, invece, alla gestione esclusiva delle risorse stanziate dai vertici europei. Un assalto alla diligenza in piena regola che respingiamo al mittente”: Lo ha detto Paolo Pirani, segretario generale della Uiltec, nel corso dell’esecutivo nazionale, tenuto questa mattina in videoconferenza, dell’organizzazione sindacale che si occupa dei settori chimico-farmaceutico, dell’energia e del tessile. “Dai vertici di viale Astronomia – ha continuato Pirani- risalta l’esigenza, data la crisi, di sospendere l’imposizione a carico delle aziende dell’Irap e di non rinnovare i contratti nazionali. Così non va! Il sindacato, sulla base della lotta operaia, attuata dal mese di marzo a favore del diritto inalienabile della salute nei luoghi di lavoro, deve continuare a svolgere l’indispensabile funzione nazionale basata su come indirizzare le risorse comunitarie: un patto per la salute che comprenda ricerca, produzione dei farmaci e potenziamento strutture sanitarie sul territorio; attuazione coerente di una transizione energetica nell’ottica di una economia sostenibile; potenziamento delle infrastrutture digitali nella tutela del servizio universale del web; sviluppo del settore agroalimentare; difesa di quello manifatturiero. Insomma, occorre fare scelte trasversali nei settori in questione tenendo presente che occorre ragionare di industria in senso complessivo, per riuscire a far risollevare l’economia”. Per il leader della Uiltec “la crisi economica è devastante, ma è un bene che l’Europa stia affrontando i temi economici dal punto di vista sociale”. La Uiltec riunirà il proprio Consiglio nazionale il prossimo 24 giugno a Roma.
Ufficio Stampa Uiltec

Previdenza sanitaria integrativa

Previdenza complementare

UILTEC - Via Po, 162 – 00198 – Roma
Tel. (+39) 06.88.81.15.00
Fax (+39) 06.86.32.19.05
Email: segreteria.nazionale@uiltec.it
Pec: uiltecnazionale@pec.uiltec.it

uiltec mail

Social Network