Testo scorrevole

Paolo Pirani scrive su Twitter: “Bene il ritrovato dialogo con l’Europa. Ora investimenti a favore dell’industria, riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori, salvaguardia dei contratti nazionali”
Con noi per ripartire sicuri
Con noi per ripartire sicuri
Covid-19 - Comunicati, circolari ed aggiornamenti
Covid-19 - Comunicati, circolari ed aggiornamenti
Dai. Aiuta chi ci aiuta
Dai. Aiuta chi ci aiuta
Uiltec e Amref: Azionista della Salute
Uiltec e Amref: Azionista della Salute

Industria; Pirani (Uiltec): “Le ragioni della produzione senza quelle del lavoro non possono determinare quel rilancio di cui l’Italia ha bisogno”

22 giugno 2020
Paolo Pirani, segretario generale della Uil, commenta i dati sullo stato dell’industria diffusi dal Centro Studi di Confindustria

“Occorre ricomporre dopo la frattura che la pandemia virale ha scatenato sull’economia. Oggi il Centro studi di Confindustria conferma questa scomposizione nefasta, ma occorre indicare  risposte condivise di rilancio”. Lo ha detto Paolo Pirani, segretario generale della Uiltec, rispetto ai dati diffusi dal Csc nel “Congiuntura flash” sullo stato dell’industria e dei servizi. “La domanda di beni resta bassa –continua Pirani-  calano gli occupati e salgono gli inattivi, scende la fiducia negli investimenti e verso i consumi. Si deve risalire la china rinnovando i contratti di lavoro, investendo in infrastrutture materiali e digitali, determinando il giusto equilibrio tra politiche sociali e produzione di beni necessari. Ma per imboccare questo percorso bisogna essere in due, imprese e sindacati nella cornice di un patto in cui ci sia il governo. Le ragioni della produzione senza quelle del lavoro non possono determinare quel rilancio di cui l’Italia ha bisogno”
Ufficio Stampa Uiltec

Previdenza sanitaria integrativa

Previdenza complementare

UILTEC - Via Po, 162 – 00198 – Roma
Tel. (+39) 06.88.81.15.00
Fax (+39) 06.86.32.19.05
Email: segreteria.nazionale@uiltec.it
Pec: uiltecnazionale@pec.uiltec.it

uiltec mail

Social Network