Testo scorrevole

Paolo Pirani scrive su Twitter: “Bene il ritrovato dialogo con l’Europa. Ora investimenti a favore dell’industria, riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori, salvaguardia dei contratti nazionali”
Oggi Paolo Pirani ospite Rainews24
Oggi Paolo Pirani ospite Rainews24
Ripartire dal lavoro
Ripartire dal lavoro
Uiltec e Amref: Azionista della Salute
Uiltec e Amref: Azionista della Salute
Uiltec e Progetto Sud-UIL insieme in Argentina
Uiltec e Progetto Sud-UIL insieme in Argentina

Industria; Pirani (Uiltec): “I dati sulla produzione tedesca e le previsioni sul Pil della Commissione Ue dimostrano che il Paese non può rinunciare alle risorse europee disponibili”

7 luglio 2020
Dichiarazione di Paolo Pirani, segretario generale della Uiltec.
“I dati che riguardano la Germania sulla produzione industriale dimostrano che l’intero continente arranca a ritrovare virtuosi percorsi di crescita.

Se le percentuali teutoniche sono al di sotto delle previsioni, sarà ancor più dura per tutti gli altri Paesi europei. Occorrono risorse da tutte le fonti possibili, prestiti ed aiuti compresi”. LO ha dichiarato Paolo Pirani, segretario generale della Uiltec, dopo la diffusione in mattinata dei dati relativi alla produzione industriale tedesca che si attesta al 7,8%, anziché al 10% per cento ipotizzato dalle previsioni degli analisti. “Non solo abbiamo bisogno dei fondi del Mes –ha continuato Pirani- ma soprattutto di quelli previsti dal Recovery Found. La prospettiva industriale dell’intera Europa ha bisogno di darsi una prospettiva attraverso investimenti certi e condivisi. Si tratta di risorse a cui non possiamo assolutamente rinunciare”. Sempre oggi la commissione europea ha rivisto al ribasso le stime di crescita dell’Eurozona e dell’Italia. Bruxelles si attende un andamento negativo del Pil nel 2020 pari a -8,7% nell’area euro (era -7,7% la stima precedente). “Per quanto riguarda l’Italia – ha concluso Pirani- nel primo trimestre il Pil è calato del 5,3% e nel secondo il danno all’attività economica si prospetta ancor più vasto. Non possono bastarci gli indicatori positivi registrati nei settori specifici della farmaceutica e dell’agroalimentare. La ricchezza nazionale abbisogna di una positività diffusa nell’intero apparato industriale, a partire da quello manifatturiero. Solo così si sostiene la domanda interna e può crescere la ricchezza nazionale e comunitaria. Ma ci vogliono soldi freschi a sostegno della stutture materiali ed immateriali”.

Ufficio Stampa Uiltec

Previdenza sanitaria integrativa

Previdenza complementare

UILTEC - Via Po, 162 – 00198 – Roma
Tel. (+39) 06.88.81.15.00
Fax (+39) 06.86.32.19.05
Email: segreteria.nazionale@uiltec.it
Pec: uiltecnazionale@pec.uiltec.it

uiltec mail

Social Network