Testo scorrevole

Paolo Pirani scrive su Twitter: “Bene il ritrovato dialogo con l’Europa. Ora investimenti a favore dell’industria, riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori, salvaguardia dei contratti nazionali”
Oggi Paolo Pirani ospite Rainews24
Oggi Paolo Pirani ospite Rainews24
Ripartire dal lavoro
Ripartire dal lavoro
Uiltec e Amref: Azionista della Salute
Uiltec e Amref: Azionista della Salute
Uiltec e Progetto Sud-UIL insieme in Argentina
Uiltec e Progetto Sud-UIL insieme in Argentina

Dl Semplificazioni; Pirani (Uiltec): "No ad emendamento che provocherebbe almeno 20mila esuberi nel settore delle trivellazioni"

7 agosto 2020
Dichiarazione di Paolo Pirani, Segretario generale della Uiltec

"Altro che semplificare. Qui si vogliono bloccare del tutto le attivita' estrattive e di trivellazione per dare un colpo mortale all'industria energetica nella delicata fase di transizione che attende il Paese.

Se l'emendamento dovesse passare provocherebbe 20mila esuberi nelle realta' di Ravenna,della Val D'Agri e di Gela. Il governo ne tenga conto e si comporti di conseguenza col buon senso necessario".Cosi' Paolo Pirani, segretario generale della Uiltec ha giudicato l'emendamento al decreto semplificazioni che chiede di introdurre un articolo per semplificare e accellerare il Piano per la transizione energetica delle aree idonee. Nella realta',invece, si restringerebbe ancora di più il perimetro delle aree in cui sarà consentito esplorare e trivellare, escludendo per esempio quelle a limitata potenzialità Le "aree residue" non saranno automaticamente disponibili, nemmeno se già beneficiano di permessi ambientali e concessioni, "Il Pitesai", si legge nel testo, "indica la presenza di ulteriori eventuali vincoli di carattere ambientale e territoriale sopraggiunti". Chi vorrà rivendicare i diritti su aree già autorizzate con tanto di concessione, dovrà presentare un'istanza al Ministero dell'Ambiente per poter proseguire le attività fino all'esaurimento del giacimento. Al momento le operazioni sono ferme fino a febbraio 2021 perchè la moratoria, conosciuta come blocca-trivelle, è stata allungata da 18 a 24 mesi, (la richiesta iniziale era di 30) anche in quel caso con un emendamento, presentato dai 5 Stelle e approvato a febbraio scorso nel decreto Milleproroghe. Il prolungamento aveva reso chiaro che sarebbe slittato anche il provvedimento più atteso dagli operatori oil&gas, ovvero il Pitesai: previsto tra giugno-luglio 2020, di fatto è ancora fermo al Mise. L'area più colpita dallo stop è quella di Ravenna, dove Eni già lavora a scartamento ridotto. "Bisogna aver chiaro-conclude Pirani- che crediamo al valore della decarbonizzazione dell'industria nazionale, a per arrivarci occorre basare la fase di transizione sull'uso di gas. Fare proclami ideologici e far mancare i necessari approvvigionamenti energetici alla produzione industriale significa mettere fuori gioco la possibile ripresa economica italiana in un quadro internazionale di difficolta' e di aspra concorrenza"

Ufficio Stampa Uiltec

Previdenza sanitaria integrativa

Previdenza complementare

UILTEC - Via Po, 162 – 00198 – Roma
Tel. (+39) 06.88.81.15.00
Fax (+39) 06.86.32.19.05
Email: segreteria.nazionale@uiltec.it
Pec: uiltecnazionale@pec.uiltec.it

uiltec mail

Social Network