Il Green pass sia del governo, non di Confindustria

}

22 Lug 2021

Oggi Paolo Pirani intervistato sul Foglio

Proposta Confindustria divisiva; sui vaccini occorre convincere e non mettere paura

Green pass; Pirani: “Proposta Confindustria divisiva; sui vaccini occorre convincere e non mettere paura”
Paolo Pirani, segretario generale della Uiltec oggi sul quotidiano “Il Foglio”

“Ci si metta al tavolo e si ragioni, come abbiamo fatto per i due protocolli, quello del marzo 2020 e quello, proprio sui vaccini nei posti di lavoro, dell’aprile scorso. Si deve continuare su questa strada, le fughe in avanti non funzionano”.

Così Paolo Pirani, segretario generale della Uiltec risponde questa mattina al quotidiano de “Il Foglio” rispetto all’ipotesi di Green pass avanzata da Confindustria. Il leader del sindacato dei lavoratori tessili, dell’energia e della chimica interviene  proprio nel giorno in cui il governo si pronuncerà attraverso il Decreto Covid: prima la cabina di regia, poi la conferenza stampa del premier Mario Draghi.

“La Proposta di Confindustria è divisiva – sottolinea Pirani- perché sui vaccini occorre convincere, non mettere paura”. Personalmente il dirigente sindacale è favorevole al Green pass: “Come modalità di convivenza civile innanzi tutto. Mentre mi pare più difficile imporre un obbligo di vaccino, salvo ad alcune categorie, come scuola o sanità.

Ma resta che chi non ha il vaccino non può essere lasciato a casa senza stipendio, non è costituzionalmente praticabile”. Ipotizza “Il Foglio”: “I sindacati dietro l’uscita improvvida (di Confindustria, ndr) vedono anche un “non detto” che è la vera ragione di tutto: e cioè il timore delle aziende di ritrovarsi a gestire casi di contagio interno e di doverli pagare a caro prezzo”.

Spiega Paolo Pirani a questo riguardo: “Il Covid contratto sul luogo di lavoro, o anche in itinere, è considerato malattia professionale e per le aziende sarebbero costi importanti”

Ufficio Stampa Uiltec

Leggi articolo su Il Foglio

Potrebbe interessarti
Contratti: Tessile; Piras (Uiltec), congedi a coppie fatto

Contratti: Tessile; Piras (Uiltec), congedi a coppie fatto

Scudo contro concorrenza sleale, patto anti dumping salariale Un accordo caratterizzato da molti elementi innovativi sul piano sociale, come il pieno riconoscimento dei diritti dei lavoratori sia in termini di conservazione del posto di lavoro in caso di malattia, che...

Rinnovo del contratto dei tessili. Così si rilancia il made in Italy

Rinnovo del contratto dei tessili. Così si rilancia il made in Italy

Articolo di Antonello Di Mario su Formiche.net Aumento complessivo su base mensile di 74 euro per i tessili. Fatto il contratto del Settore Moda Italia. Intesa oggi a Milano tra Smi-Federazione tessile e Filctem, Femca, Uiltec. Il Ccnl vigente fino al 31 marzo del...