Se Governo e Parlamento non correggeranno l’art. 177 mobiliteremo i lavoratori del settore con durissime azioni di lotta

}

27 Mag 2021

L’art. 177 che obbliga le aziende concessionarie ad esternalizzare l’80% di tutte le attività oggetto di concessione destruttura un servizio essenziale e fondamentale per l’intero paese

Filctem, Flaei-Femca e Uiltec, nelle modalità possibili in questa fase, organizzano iniziative di mobilitazione che, in assenza di novità provenienti dalla discussione parlamentare, condurrà alla proclamazione dello sciopero entro il 30 giugno

L’art. 177 che obbliga le aziende concessionarie ad esternalizzare l’80% di tutte le attività oggetto di concessione, anche nei casi in cui le attività vengano svolte direttamente dal proprio personale, con la scadenza derivata dalle varie proroghe e stabilita al 31.12.2021, destruttura un servizio essenziale e fondamentale per l’intero paese.

Leggi il comunicato unitario

Potrebbe interessarti
Quale futuro per il petrolchimico di Porto Marghera?

Quale futuro per il petrolchimico di Porto Marghera?

Secondo Pirani il progetto per un hub dell’idrogeno a Porto Marghera costituirebbe un’ipotesi di alto livello e vaste potenzialità In quest’ottica sarebbe conseguenziale un piano di assunzioni rivolte alle nuove generazioni e caratterizzato da competenze innovative Il...

La scossa della crescita

La scossa della crescita

L’economia italiana, malgrado le tante avversità di questa stagione difficile, ancora una volta dimostra di avere la forza per rialzarsi. Persino quando vorrebbero innovare fanno proposte capaci di dare voce alla protesta degli interessi di oggi, ma non capaci di...