Per i lavoratori delle Lavanderie Industriali i sindacati chiedono un aumento di 200 euro nel triennio 2023-2025

}

25 Ott 2022

Questa mattina, a Bologna si è svolto l’incontro delle rappresentanze sindacali di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil ed è stata varata, dopo le numerose assemblee consultive dei lavoratori, la piattaforma rivendicativa per il rinnovo del contratto nazionale del settore delle lavanderie industriali che in Italia ha circa 20 mila addetti.

Il documento sarà subito inviato ad Assosistema, l’associazione datoriale di settore aderente a Confindustria, per iniziare il prima possibile le trattative per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro che scadrà il prossimo 31 dicembre.

Parte economica
La proposta economica complessiva di aumento salariale avanzata dai sindacati di categoria Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil per il triennio 2023-2025 è di 200 euro lordi mensili (livello A3).
A questi si aggiunge la richiesta di aumento dell’elemento perequativo con l’intento di passarlo dagli attuali 260 a 500 euro annuali.
Per quanto riguarda il welfare contrattuale la richiesta dei sindacati è di innalzare al 2.5% il contributo aziendale per quanto riguarda il fondo previdenziale Previmoda, mentre sul fondo sanitario di settore Fasiil la richiesta di portare a 12 euro il contributo mensile a carico delle imprese.

Parte normativa
Molte le richieste introdotte attraverso il coinvolgimento dei lavoratori nelle assemblee. A partire dal capitolo che riguarda i diritti, chiediamo l’ampliamento della fruizione dei premessi studio anche per il lavoratori che frequentano corsi universitari, l’introduzione di giornate di permessi retribuiti per visite mediche, l’ampliamento delle casistiche per il periodo di comporto in caso di malattie gravi e la richiesta di permessi retribuiti in caso di adozioni nazionali e internazionali. Infine, la OO.SS. chiedono di inserire nel CCNL una regolamentazione del lavoro agile attraverso apposite linee guida.

Uffici Stampa Filctem,Femca, Uiltec

Potrebbe interessarti
Isab-Lukoil, cosa faranno Cdp e Invitalia?

Isab-Lukoil, cosa faranno Cdp e Invitalia?

Articolo di Antonello Di Mario su Startmag I dettagli sul decreto legge che ha salvato Isab-Lukoil di Priolo dalla chiusura, la posizione dei sindacati e gli scenari dopo la decisione del governo. Leggi l’articolo completo su Startmag

CCNL vetro. Al via le trattative per il rinnovo del contratto

CCNL vetro. Al via le trattative per il rinnovo del contratto

Aperte oggi a Roma tra la delegazione trattante di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e di Assovetro le trattative per il rinnovo de contratto nazionale di lavoro del settore del vetro in scadenza il prossimo 31 dicembre. “Abbiamo riscontrato positivamente la...