Lavoro. Pirani: Transizione energetica serva a riformare e non a distruggere industria

}

16 Lug 2021

Paolo Pirani intervistato dall’agenzia di stampa Dire

“La crisi è ancora molto presente e sta mordendo l’industria, la transizione energetica rischia di essere un processo di deindustrializzazione se non si determinano delle vere politiche industriali”.

Lo sottolinea il segretario generale della Uiltec, Paolo Pirani.

Interpellato dalla ‘Dire’, il sindacalista spiega: “Oggi abbiamo un’opportunità per evitare la chiusura delle aziende ed è l’utilizzo dell’accordo sulle 13 settimane di cassa integrazione, che consentirebbe, se accompagnato da scelte industriali e da un utilizzo razionale dei fondi europei, di disegnare un processo di rilancio del nostro paese in termini di politiche industriali, per una transizione energetica che trasformi l’industria e non la distrugga”.

Solo così, conclude il sindacalista, “il Paese riprende il proprio cammino e ruolo a livello livello internazionale”.

Potrebbe interessarti
Contratti: Tessile; Piras (Uiltec), congedi a coppie fatto

Contratti: Tessile; Piras (Uiltec), congedi a coppie fatto

Scudo contro concorrenza sleale, patto anti dumping salariale Un accordo caratterizzato da molti elementi innovativi sul piano sociale, come il pieno riconoscimento dei diritti dei lavoratori sia in termini di conservazione del posto di lavoro in caso di malattia, che...

Rinnovo del contratto dei tessili. Così si rilancia il made in Italy

Rinnovo del contratto dei tessili. Così si rilancia il made in Italy

Articolo di Antonello Di Mario su Formiche.net Aumento complessivo su base mensile di 74 euro per i tessili. Fatto il contratto del Settore Moda Italia. Intesa oggi a Milano tra Smi-Federazione tessile e Filctem, Femca, Uiltec. Il Ccnl vigente fino al 31 marzo del...