Vertenza Canepa SPA: investimenti per 18 milioni, partecipa anche Invitalia

}

29 Nov 2021

È italiana e del settore della moda la prima azienda nel panorama europeo ad ottenere il finanziamento pubblico attraverso il fondo per la salvaguardia dei marchi di interesse storico

Siamo soddisfatti per questa intesa che mette al riparo da esuberi i 264 dipendenti dell’azienda e permettono alla stessa un rilancio

È stato presentato questa mattina alle rappresentanze sindacali nazionali e provinciali di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil l’accordo per la ricapitalizzazione e il rifinanziamento della tessitura Canepa SpA, sottoscritto dal MiSE – con l’intervento della task force guidata dal Dott. Annibaletti e l’investimento di Invitalia – grazie al Fondo per la salvaguardia dei livelli occupazionali e la prosecuzione dell’attività d’impresa e i marchi di interesse storico nazionale. È italiana e del settore della moda la prima azienda, nel panorama europeo, a poter usufruire in maniera concreta di un intervento pubblico così inteso, esempio di gestione congiunta di capitali pubblici nell’economia reale.

“Siamo soddisfatti per questa intesa che mette al riparo da esuberi i 264 dipendenti dell’azienda e permettono alla stessa un rilancio. Un investimento, già stanziato, di 18 milioni di euro, al quale partecipa anche il pubblico, attraverso Invitalia. Il monitoraggio attraverso la partecipazione alla governace aziendale per i prossimi 5 anni della stessa Invitalia offre una garanzia solida dell’investimento”: hanno dichiarato i rappresentanti delle segreterie nazionali di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil presenti all’incontro.

“L’azienda, guidata al 40% da Michele Canepa, al 30 da Invitalia e dal restante 30 dal fondo di investimento Muzinich&Co, ha presentato un piano di formazione per la riqualificazione del personale da una parte e di accompagnamento pensionistico e assunzione di nuovo personale, in un’ottica di staffetta generazionale, dall’altra. Questo sarà possibile attraverso l’utilizzo degli ammortizzatori sociali di concerto con Sindacati e MiSE. Ora attendiamo la presentazione del piano industriale che avrà l’obiettivo di recuperare presto le quote di mercato perse negli ultimi anni e il fatturato necessario al prosieguo dell’attività di impresa”: hanno concluso le segreterie nazionali di Filctem, Femca, Uiltec.

Uffici stampa Filctem, Femca, Uiltec

Potrebbe interessarti
Energia; Pirani: “Ci vuole,mai come ora, un tetto al prezzo del gas”

Energia; Pirani: “Ci vuole,mai come ora, un tetto al prezzo del gas”

Dichiarazione di Paolo Pirani, segretario generale della Uiltec “Porre un tetto al prezzo del gas è cosa buona e giusta. Lo proponiamo da tempo; lo stesso hanno fatto imprese come Eni; è giunto il momento che il governo si faccia sentire presso la Commissione europea...