b

Da Filctem, Femca, Uiltec solidarietà ai lavoratori dell’ex Ilva in sciopero domani, 10 novembre

}

09 Nov 2021

Comunicato stampa

È Evidente la necessità di riprendere la discussione con il Governo in un quadro complessivo che tenga dentro tutto ciò che orbita attorno alla siderurgia

“Le attuali condizioni in cui versa il sistema industriale italiano, in particolar modo quello siderurgico, destano preoccupazioni data la totale mancanza di politiche industriali verso le quali, in questo Paese, ancora non si affronta una discussione seria e concreta”. Così le segreterie nazionali di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil questa mattina.

“Per questo motivo esprimiamo solidarietà alle federazioni metalmeccaniche di Fim Cisl, Fiom Cgil, Uilm Uil – proseguono le organizzazioni sindacali – per lo sciopero dei lavoratori della ex Ilva in programma domani, 10 novembre.

È evidente, a nostro avviso, la necessità di riprendere la discussione con il Governo in un quadro complessivo che tenga dentro tutto ciò che orbita attorno alla siderurgia. E da questo punto di vista -insistono le segreterie nazionali di Filctem, Femca, Uiltec – è palese il cortocircuito che sta avvenendo riguardo la vertenza Sanac.

Azienda che da più di cinquant’anni produce materiali refrattari per gli stabilimenti ex Ilva, in particolar modo verso quello di Taranto. Infatti, il totale disinteresse di Acciaierie d’Italia verso la Sanac, nonostante gli accordi siglati in sede ministeriale, è indice di come a nostro avviso le politiche industriali e le soluzioni che si stanno determinando, non siano sufficienti.

Risulta fondamentale, e quindi importante, riaprire la discussione complessiva, anche in relazione ai piani di investimento derivanti dal Pnrr che ricadranno sulle imprese nazionali. Anche per queste ragioni stiamo costruendo un percorso di mobilitazione unitario per rivendicare il giusto posizionamento della Sanac, nello scacchiere strategico della siderurgia nazionale”: hanno concluso le segreterie nazionali di Filctem, Femca, Uiltec.

Potrebbe interessarti
CCNL Chimico Farmaceutico: Varata la piattaforma per il rinnovo

CCNL Chimico Farmaceutico: Varata la piattaforma per il rinnovo

180 euro la richiesta dei sindacati per il triennio L’assemblea unitaria di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil ha varato la piattaforma rivendicativa per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro del settore chimico-farmaceutico per triennio 1° luglio 2022 - 30...