Fratelli, verso il sole, verso la libertà. Michael Vassiliadis IG BCE

}

23 Gen 2021

Michael Vassiliadis, Presidente del sindacato tedesco IG BCE, risponde alla lettera di Paolo Pirani “Annus Mirabilis”

Caro Paolo,

con grande interesse ho letto il tuo messaggio di fine anno. Molto di ciò che tu descrivi riferendoti all’Italia, potrebbe anche essere detto della situazione e dei sentimenti in Germania. Anche in Germania e in Europa l’auspicio di un “annus mirabilis“ è onnipresente. Ciò nonostante, l’andamento dei contagi ci obbliga tutti a pazientare. Anche nel mio paese il numero dei morti è salito in modo spaventoso e doloroso.

Dapprima noi tutti dovremo ancora superare mesi difficili che richiederanno disciplina, pazienza e umiltà, fino a quando le vaccinazioni consentiranno di liberare alcune parti della popolazione dalla presa del virus. In questi giorni mi è spesso tornata in mente la strofa di una vecchia canzone operaia tedesca:

“Fratelli, verso il sole, verso la libertà”.

Il messaggio originale esprimeva il desiderio forte di un futuro in cui l’operaio non fosse più l’assoggettato. Nei nostri tempi invece, fa riferimento a un futuro migliore e tangibile, grazie ai lavoratori impegnati nella ricerca dell’industria farmaceutica e a vaccini promettenti nella lotta contro il Covid-19.

Tuttavia, indica anche la strada da seguire: le parti sociali e i governi devono cooperare per affrontare congiuntamente le distorsioni sociali e le sfide causate dalla pandemia, per il bene di tutte le persone nei nostri paesi, sul continente europeo e in tutto il mondo.Sono contento che la Commissione abbia approvato, dopo un iter decisionale alquanto lungo, il nostro progetto congiunto Green@Work. Anche questo progetto è una testimonianza positiva della ricerca comune di soluzioni svolta dalle nostre organizzazioni sindacali e dalla parte datoriale. Soluzioni per le sfide del futuro che richiedono, nonostante il Covid-19, una risposta: la sostenibilità delle nostre industrie.

I dipartimenti e i dipendenti responsabili delle nostre due organizzazioni produrranno l’implementazione professionale e molti risultati concreti, ne sono sicuro.

L’anno scorso purtroppo siamo stati costretti a disdire, a causa della pandemia, l’incontro delle nostre segreterie nazionali dell’IG BCE e dell’UILTEC. Tuttavia non ho abbandonato l’idea e sarà mio piacere rinnovare l’invito a te e al tuo team non appena gli sviluppi della pandemia lo consentiranno.Fino al nostro incontro auguro a te e al tuo sindacato un anno vincente nella speranza che tutti i vostri membri rimangano in salute.Spero che la ripresa economica e gli interventi dello Stato per incrementare la resilienza dell’industria dopo il lockdown diano ai nostri iscritti e alle loro famiglie di nuovo coraggio e ottimismo.Il contributo che dovrà essere fornito a tal fine dai sindacati, sarà dato dalle nostre organizzazioni sindacali in Italia, in Germania e in Europa.

In questo spirito ti auguro tante buone cose, mandandoti cordiali saluti,

Michael Vassiliadis

Potrebbe interessarti
L’Italia nella transizione energetica

L’Italia nella transizione energetica

Noi crediamo fermamente nella necessità improrogabile di sostenere la transizione energetica con scelte precise e risorse certe a supporto. É evidente che questo piano vada rivisto in modo migliorativo, ed il governo Draghi dovrà metterci mano, perché mai come ora si...